Alberto Calzolari’s Blog for fly fishing

La bellezza della pesca a mosca

La bellezza della pesca a mosca

“La gente spesso mi chiede perché pesco e, dopo 70 anni, sto iniziando a capire. Pesco per la Bellezza.

 Tutto nel nostro “sport” è Bello. I suoi oltre cinque secoli di libri e manoscritti sono Belli. I suoi fiumi e i paesaggi che li circondano sono Belli. La pesca a mosca è un vecchio e onorabile sport. Le sue radici affondano letteralmente nel codice medievale di cavalleria. I nostri metodi di pesca sono Belli. Il suo artigianato fatto di canne e mulinelli con perizia costruiti è Bello. I suoi bastoni da guado, i guadini e i cestini di salice intrecciato sono Belli. Il meglio dell’arte piscatoria è Bello. Il delicato artifizio del costruire mosche è Bello. Tali composizioni di peli, piume e acciaio sono Belle, e i nostri tavoli da costruzione sono ingombri di esotici scarti di “tragopan”, di fagiano dorato, blu chatterer e Coq de Leon. Il nostro sport è intriso di tutte queste cose, con limpidi fiumi che scorrono spumeggianti verso il sale, la coreografica successione di rapide e piane su cui si agitano danzanti sciami d’insetti, e l’argentea poesia degli stessi pesci.

 E in tempi di arroganza, di egoismo e assoluta falsità, la bellezza stessa può risultare la più in pericolo di tutte le cose”

 Ernest Schwiebert

 

 Questo è l’invito alla riflessione di oggi. E’ il primo, ma potrebbe diventare un appuntamento fisso. Piccoli e brevi spunti, frasi famose e metafore. Il tutto con l’unico scopo di far pensare.

Quello di oggi dice molto, in poche righe che racchiudono un mondo.

Alla prossima.

 

Leave a Reply